Dr. Marco Inghilleri |Padova|Psicologo| psicoterapeuta| sessuologo|

Dr. Marco Inghilleri psicoterapeuta

Dr. Marco Inghilleri

|psicologo| psicoterapeuta| sessuologo| |Padova|

Breve presentazione:

 

Sono diversi anni che esercito, oramai, come psicologo clinico, psicoterapeuta e sessuologo. Mi sono laureato presso la Facoltà di Psicologia dell’Università degli Studi di Padova e iscritto all’Ordine degli Psicologi del Veneto con il n. 3973.

Attualmente sono il direttore di InterattivaMente: Centro di Psicologia giuridica - Sessuologia clinica - Psicoterapia di Padova, fondato con altri Colleghi con lo scopo di approfondire lo studio sull' efficacia dei modelli psicoterapeutici più recenti integrandoli, là dove possibile e richiesto, con quelli della clinica più tradizionale. Nel corso del tempo, sono andato privilegiando una prassi clinica e psicoterapeutica che si è avvicinata sempre di più al costruttivismo kelliano, modello estremamente interessante che non solo ritengo particolarmente plausibilile, ma che  offre la possibilità di una di verifica scientifica delle proprie ipotesi e prassi cliniche (per onestà intellettuale, meglio sarebbe dire di falsificazione in via di principio, come sosteneva K. Popper).

La prospettiva psicologica e psicoterapeutica da me assunta, quella interazionista e costruttivista, pone l’accento sulle differenze individuali più che sulle somiglianze. Le persone, infatti, richiedono un aiuto psicoterapeutico quando sentono di non poter affrontare la propria vita o uno specifico evento della loro vita, non quando giudicano se stesse due deviazioni standard sotto la media di un test di personalità. Pertanto, ne discende una  relazione psicoterapeutica proprio centrata sulla specificità ed unicità del singolo, dove la persona è l’esperta di se stessa, della sua storia ed ha un’intima e profonda conoscenza del contenuto del problema. Lo psicoterapeuta, invece, è un esperto delle tecniche conversazionali utili a indagare e elaborare il materiale della persona e metterla in reazione con ciò che, fondamentalmente, è impegnata a fare: organizzare l'esperienza in un modo che le permetta di poter mantenere e giocare un ruolo nella relazione con il mondo.

Per la prassi clinica e psicoterapeutica costruttivista e interazionista, ciò che le persone fanno, lo fanno per qualche scopo e non solo si comportano, ma con il loro comportamento intendono indicare qualcosa. Il comportamento, cioè, non viene considerato come una reazione, ma come una proposizione; non come la risposta, ma come la domanda. Il comportamento è un esperimento e nel comportarci facciamo una domanda al nostro mondo; il comportamento di una persona avrà molto poco senso per noi a meno che non capiamo le domande che sta facendo. Il comportamento, come le parole (che gli psicologi definiscono come comportamento verbale), ha un significato e per di più un significato che cambia, che elabora e che è negoziato. Quindi, l’aspetto che più dovrebbe interessare l’occhio del clinico non è tanto l’inquadramento diagnostico del disagio riportato, quanto il saper cogliere le implicazioni collegate alla vita di quelle specifiche persone sia rispetto ai modi con cui tale disagio si esprime, sia rispetto alla remissione di quel “sintomo” manifestato. Per la psicologia interattivo-costuttivista il disturbo della persona non può essere separato dalla sua identità. Il modo in cui una persona si deprime, manifesta una disfunzione erettile o un vaginismo, accuserà uno stato d'ansia o un disturbo psicosomatico, sarà diverso da quello di un'altra: possono esserci degli aspetti in comune, come ad esempio i pensieri negativi, le preoccupazioni, ecc.., ma il contenuto dei pensieri sarà sempre particolare. La teoria costruttivo-interazionista definisce un disturbo psicologico come qualsiasi costruzione personale che venga usata ripetutamente nonostante una continua invalidazione. Una persona è in difficoltà quando il sistema di costrutti che usa la tradisce, quando non può dare un senso a ciò che le accade. E' allora che può sviluppare quelli che sono noti come 'sintomi'.

Deliberatamente ho deciso di lavorare soprattutto in ambito psicoterapeutico, in qualità di libero professionista, occupandomi del trattamento di problemi quali: ansia, fobie, attacchi di panico, depressione, disturbi ossessivo-compulsivi, disagio esistenziale, disturbi psicosomatici e dismorfobia.

Per quello che concerne la terapia della famiglia e la terapia di coppia, in ambito clinico e psicoterapeutico, mi occupo sia di coppie e famiglie che potremmo indicare come tradizionali, sia con famiglie ricostituite composte da genitori separati o divorziati o conviventi, sia con le nuove configurazioni familiari rappresentate da coppie omosessuali dove, talvolta, sono presenti anche i figli di un precedente matrimonio o convivenza eterosessuale o dove la coppia (in questo caso una coppia lesbica) è anche una coppia di genitori in quanto una delle due partner è ricorsa alla fecondazione medicalmente assistita.

Da qualche anno, ho incominciato a collaborare e a fare ricerca con diversi ginecologi e ginecologhe dell’Università degli Studi di Padova rispetto alle problematiche psicologiche inerenti l’iter per la PMA (Procreazione Medicalmente Assistita) e in relazione all’accopagnamento psicologico, al sostegno psicologico e alla psicoterapia della coppia infertile.

In ambito sessuologico ulteriori aree di consulenza e trattamento riguardano le problematiche della sessualità e dei disturbi sessuali di uomini e donne (quali ad esempio la disfunzione erettile, i disturbi del desiderio, l'anorgasmia, il vaginismo, la dispareunia, la dipendenza sessuale e le sessualità atipiche) e le problematiche della vita di coppia,della vita affettiva e relazionale.

Per molti anni mi sono interessato di problemi riguardanti l’orientamentosessuale, l’omofobia internalizzata e l’identità di genere (disforia di genere), sia come psicoterapeuta, sia in ambito di ricerca, avendo collaborato con la facoltà di sociologia dell'Università degli Studi Milano-Bicocca e con la facoltà di psicologia dell'Università degli Studi di Padova.

Sono stato direttore, insieme alla Prof.ssa Elisabetta Ruspini (Università degli Studi Milano Bicocca) della collana Generi, culture, sessualità per la FrancoAngeli, sono stato fondatore e presidente dell'Associazione Italiana di Psicologia e Sociologia Interattivo-costruttivista, fondatore e vicepresidente della Società Italiana di Sessuologia ed Educazione sessuale (S.I.S.E.S.) e sono stato consulente in psicologia dello sport per la A.S.D. Diemme-Padovaring boxe. Inoltre, sono membro ordinario della Società Costruttivista Italiana (S.C.I.), faccio parte del comitato scientifico della Rivista Italiana di Costruttivismo, della Collana di Studi sociali diretta dal Prof. Cirus Rinaldi Liminalia, e sono "peer review" della Rivista di Sessuologia del Centro Italiano di Sessuologia (C.I.S).

Infine, collaboro e sono volontario per l'Associazione Umanitaria Palestine Children’s Relief Fund.

Autore di numerose pubblicazioni scientifiche riguardanti le problematiche dell'Identità di genere e della sessualità, ho preso parte in qualità di relatore a diversi convegni ed attività seminariali.Sono stato docente in diverse scuole di specializzazione in psicoterapia e in diversi enti formativi ed ASL del territorio. Ho collaborato per lungo tempo con la facoltà di Psicologia presso l’Università degli studi di Padova, in qualità di cultore della materia per gli insegnamenti di psicologia clinica e psicologia delle tossicodipendenze e sono stato membro esterno dell’Ordine degli Psicologi del Veneto per la Commissione Gruppo di Lavoro Osservatorio per la promozione sociale e la ricerca in psicoterapia.

Ho anche collaborato con l’U.L.S.S. 16 di Padova e sono stato ricercatore associato, presso l’Istituto di Psicologia e Psicoterapia di Padova, per le seguenti aree di interesse: problemi relativi all'identità sessuale, personale e sociale, dipendenze, devianze, problematiche sociali legate alla multiculturalità, stati non ordinari di coscienza, psicologia e dinamiche dei gruppi sociali.

Tra le mie pubblicazioni:

 

    • Bianchi M., Inghilleri M., Mazzini C., “Indagine sulle rappresentazioni sociali della disabilità: una ricerca per la qualità della vita”, in Atti del Convegno Nazionale sulla Disabilità: Qualità di Vita del Disabile Intellettivo Adulto, tra Bisogni e Risorse, tenutosi a Padova il 12-12-2003, presso la Sala dello Studio Teologico della Basilica del Santo, organizzato dall’ULSS16 di Padova e Regione Veneto.
    • Marco Inghilleri, “Le Psicoterapie e il Paradigma della Valutazione”, in Atti del Convegno Scuole di Psicoterapia e Mercato del Lavoro: Nodi critici e prospettive, tenutosi a Milano il 05-05-2004, presso il Centro Congressi “Palazzo delle Stelline”, organizzato dall’Ordine degli Psicologi della Lombardia.
    • Marco Inghilleri, “Teorie, antinomie e prospettive epistemologiche per la Psicologia e lo Psicologo contemporanei”, in Psicoterapia Professionale, Novembre 2004; e in Psychomedia. Salute Mentale e Comunicazione, http://www.psychomedia.it/pm/human/epistem/inghilleri.htm, Ottobre 2004, Membro del Council of Editors of Psychoanalytic Journals.
    • Marco Inghilleri, “Riflessioni sui problemi epistemologici in psicoterapia: verso una ‘scientificità’ del qualitativo’”, in Psychomedia. Salute Mentale e Comunicazione, http://www.psychomedia.it/pm/human/epistem/inghilleri1.htm, Gennaio 2005, Membro del Council of Editors of Psychoanalytic Journals.
    • Claudio Fasola, Marco Inghilleri, et al., “L’identità personale nella psicologia postmodernista. Teorie e metodi”, in L’Identità. L’Altro come Coscienza di Sé, Claudio Fasola, ed, UTET, Torino, 2005.
    • Marco Inghilleri, Claudio Fasola, “La dimensione storica e sociale della psicoterapia: dalla cura del sé ai cambiamenti nell’identità personale”, in L’Identità. L’Altro come Coscienza di Sé, Claudio Fasola, ed, UTET, Torino, 2005.
    • Marco Inghilleri, Simona Luciani, Claudio Fasola “Transessualismo: oltre la diagnosi, verso il cambiamento”, in Mente e Psicoterapia, G.Pagliaro, A. Salvini, ed, UTET, Torino, 2007
    • Marco Inghilleri, Claudio Fasola, “L’identità di genere nella psicologia clinica postmoderna”, in, Elisabetta Ruspini, Marco Inghilleri, eds, Transessualismo e Scienze Sociali. Identità di Genere nella Postmodernità, Liguori Editore, Napoli, 2008.
    • Elisabetta Ruspini, Marco Inghilleri, Transessualismo e Scienze Sociali. Identità di Genere nella Postmodernità, eds, Liguori Editore, Napoli,2008.
    • Marco Inghilleri, Nicola Gasparini, “Coito Ergo Sum. La sessualità come terreno di conferma identitaria del maschile.”, in Uomini e Corpi. Una riflessione sui rivestimenti della mascolinità, Elisabetta Ruspini, ed, Franco Angeli, 2009 .
  • Marco Inghilleri, Elisabetta Ruspini Sessualità narrate. Esperienze di intimità a confronto, eds, Franco Angeli, Milano, 2011.
  • Marco Inghilleri, "Ritratti psicoterapeutici di 'ordinarie sessualità estreme' ", in Sessualità narrate. Esperienze di intimità a confronto, Marco Inghilleri, Elisabetta Ruspini, eds, Franco Angeli, Milano, 2010.
  • Claudio Fasola, Marco Inghilleri, “Psicologia clinica Postmoderna. Le idee per un cambiamento di paradigma.”, in Psicologia clinica dell’interazione e psicoterapia, Alessandro Salvini, Monica Dondoni, eds, Giunti, Firenze, 2011.
  • Marco Inghilleri, Saul Piffer, "Educazione affettiva nell’epoca digitale", in Sessualità, salute, istituzioni . Dalle pratiche di controllo ai percorsi educativi, Elisabetta Ruspini, ed, Rivista Salute e società, Franco Angeli, Milano, 2012.
  • Andrea Garolla, Marco Inghilleri, “Fertilità e sessualità:Sessualità della coppia infertile e nella fecondazione assistita”, in Sessuologia medica - Trattato di psicosessuologia e medicina della sessualità, Jannini-Lenzi-Maggi, eds, Edra S.P.A.,Milano, 2015.
  • Elisabetta Ruspini. Marco Inghilleri, Valeria Pecorelli, Diventare Padri nel Terzo Millennio, Franco Angeli, Milano, 2017.
  • Marco Inghilleri, Alessandra Andrisani, "Uomini in gravidanza: tra desiderio e timore di paternità' ", in Diventare Padri nel Terzo Millennio, Elisabetta Ruspini, Marco Inghilleri, Valeria Pecorelli eds, Franco Angeli, Milano, 2017.

 

Chi Siamo

Logo centro sessuologia e psicologia interattivamente
Presso il Centro di Psicologia Giuridica – Sessuologia Clinica – Psicoterapia di Padova ricevono i seguenti professionisti... 
Scopri Chi Siamo

Contatti

Per prendere appuntamento o per ricevere informazioni è possibile chiamare direttamente il Responsabile dell'area Consulenza Psicologica.

  • Telefono: 349.8632076

Google +

Dove Siamo

mappas
Il Centro Interattivamente si trova in Galleria Giovanni Berchet, 4  – 35131 Padova.
Scopri dove siamo

Sei qui: Home Equipe Dr. Marco Inghilleri